FAQ

In questa pagina puoi trovare le risposte alle tue domande!
Se non trovi qui la risposta che cerchi scrivi a info@litamaterassi.it oppure telefonaci allo 0542 641908 e saremo felici di chiarire ogni tuo dubbio.

Quando deve essere cambiato il materasso?

Per ragioni igieniche, un materasso va cambiato mediamente dopo 11/13 anni di utilizzo.
Il nostro corpo perde mediamente un quarto di litro di sudore ed umori corporali per notte, questi si vanno a depositarsi nelle imbottiture e negli strati interni del materasso, dando origine ad un terreno di coltura ideale per gli acari della polvere.
La durata del materasso può dipendere da tanti fattori, ad esempio: la manutenzione che gli viene fatta, girarlo testa e piedi, ribaltarlo frequentemente, sono operazioni fondamentali che incidono in maniera rilevante sulla durata del materasso stesso.

Quali errori sono più frequenti nella scelta del materasso?

L’errore più comune è pensare che il materasso “ortopedico”
(inteso come molto rigido o duro) sia il più corretto per la nostra schiena.
In realtà il materasso migliore è quello che da il giusto supporto alla nostra colonna vertebrale.
Per poterlo scegliere è importantissimo provare i materassi all’ interno del punto vendita e paragonarli; solo in questo modo ed
ascoltando le diverse sensazioni di confort che ne derivano, è possibile capire quale materasso è il più adatto a noi.

Quale è il supporto più indicato per il materasso?

Per esaltare le prestazioni di confort di un materasso e avere una buona durata nel tempo, il supporto svolge una funzione fondamentale:
quello ideale è a doghe di faggio curvate a vapore da 7cm o addirittura più strette, che permettono una buona dispersione delle umidità accumulate durante la notte, e un’ ottima elasticità della doga che con il materasso collabora nell’accogliere e sostenere il nostro corpo nel modo più adeguato.

E' importante avere un supporto valido per il materasso?

Chi pensa di risparmiare non sostituendo la vecchia rete a maglia o a doghe commette un’ errore a volte irreversibile.
Mettendo un materasso nuovo su un supporto non più valido il rischio è di dimezzare la durata del materasso e di riposare male.

A me piace il materasso confortevole e morbido ma ho sentito dire che non fa bene alla schiena, è vero?

Un buon sistema letto deve essere abbastanza sostenuto per supportare il peso del corpo, ma allo stesso tempo accogliente superficialmente per non generare punti di compressione pericolosi per la circolazione sanguinea e per il rilassamento muscolare,
condizioni fondamentali per un sonno ristoratore.

Io e il mio compagno abbiamo conformazioni molto diverse lui pesa sui 100 Kg e io sono sui 55 Kg come possiamo trovare un punto di accordo?

Vi sono materassi che propongono un sostegno progressivo:
nella parte più superficiale il materasso cede facilmente e offre un comfort morbido per chi pesa poco. Poi il materasso oppone una maggiore resistenza e cede meno rapidamente in modo da offrire un sostegno rigido per chi pesa di più.

Come si può provare un materasso?

E’ indispensabile recarsi in un punto vendita con personale qualificato e con un’ampia sala prova e provarli, provarli nella nostra posizione di riposo preferita per almeno qualche minuto, provarli e paragonarli fra loro e soprattutto provarli….
Solo in questo modo è possibile fare la scelta migliore.

Dopo aver visitato diversi negozi, ho le idee confuse, non so quale materiale scegliere, molle , lattice , viscoelastico ?

Considerando la varietà di materiali e articoli che propone il mercato la cosa non è poi tanto strana.
Il materasso negli ultimi 30 anni è completamente cambiato l’unico modo per fare un buon acquisto è la fiducia che si deve creare con il rivenditore e l’esperienza che può mettere in gioco un buon produttore.

Quale è la manutenzione corretta per un materasso?

Il materasso va ruotato testa e piedi periodicamente e ribaltato sopra e sotto almeno una volta l’anno; va mantenuto coperto con il coprimaterasso per evitare che si sporchi, va aspirato periodicamente con l’aspirapolvere facendo attenzione che la buchetta dell’aspirapolvere non danneggi la fodera, oppure se il materasso è sfoderabile appendere all’aria periodicamente i teli delle fodere.

Sono allergico che accorgimenti devo tenere nella scelta del materasso?

Le persone affette da allergie agli acari devono scegliere per il loro riposo materassi certificati anallergici e intensificare i lavaggi delle fodere, se sfoderabile, ma soprattutto dei coprimaterassi e dei guanciali.